L’AC di Acqui dal Vescovo di Roma

Il 25 aprile vogliamo essere in piazza San Pietro per fare festa con Papa Francesco, per dirgli il nostro grazie ed ascoltare le sue parole!
Abbiamo elaborato una proposta per una 2 giorni molto “dinamica”. (Barbara Grillo – presidente diocesana)

Abbiamo chiesto di prenotarsi entro il 24 Marzo per avere le condizioni migliori.

La proposta è aperta anche a persone non tesserate.

Insieme verso la Pasqua – riflessione ecumenica

Incontro Ecumenico con il Vescovo Testore e il pastore valdese prof. Paolo Ricca.

L’incontro si è svolto su piattaforma Zoom il 25 Marzo 2024 alle 21.

Testo dell’incontro

Saluti e introduzione (audio 831kb)

Meditazione del Pastore prof. Paolo Ricca sul testo di Mc 14, 53-65 (audio 5,8 Mb)        link Video

Festa Diocesana della Pace ACR a Incisa

Domenica 18 Febbraio a Incisa Scapaccino (Comunità Pastorale Regina dei Martiri) si terrà la Festa Diocesana della Pace ACR dedicata ai ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Ci saranno attività e giochi, la Messa in parrocchia presieduta dall’Assistente Diocesano don Claudio Montanaro e il pranzo al sacco insieme, canti, balli e bans con l’ACRBand.

Ricordarsi di portare un paio di scarpe di ricambio da usare in palestra per il grande gioco del pomeriggio.

Nel pomeriggio anche un momento di formazione per gli adulti

Settimana per l’unità dei cristiani

In occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, l’Azione Cattolica Diocesana, come sempre in prima fila a organizzare e sostenere il cammino con la Commissione Diocesana per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso, invita alla preghiera organizzata per Venerdì 19 Gennaio 2024 alle ore 18,30 in Cattedrale ad Acqui Terme.

 

Giornata del dialogo tra ebrei e cattolici – 17-01-2024

Mercoledì 17 gennaio, alle ore 21, ci sarà l’incontro online con il rabbino di Genova Momigliano e il Vescovo di Acqui Mons. Testore, incontro organizzato dalla Commissione Ecumenica Diocesana e l’Azione Cattolica Diocesana.

Il tema è quello scelto a livello nazionale con la riflessione sul brano del profeta Ezechiele “figlio dell’uomo potranno queste ossa rivivere” (Ez 37, 1-14)