Garbaoli Ecumenica 2021: la sinodalità

Il 24 e 25 luglio si svolgerà la Garbaoli ecumenica, momento di incontro fraterno e di riflessione tra cristiani cattolici, riformati e ortodossi.

Quest’anno il tema è “la sinodalità” in vista del Sinodo voluto dal Vescovo di Roma, Francesco, e di cui in particolare le chiese riformate sono esperte. La particolare relazione con la Chiesa Valdese-metodista presente in Diocesi ci consente di condividere con loro la ricchezza della loro esperienza, la tavola Valdese è organismo sinodale al cuore della vita della Chiesa.

Ci guideranno gli amici Paolo Ricca, Brunetto Salvarani e il nuovo pastore della Chiesa valdese di San Marzano in Diocesi di Acqui, Gregorio Plescan, oltre al Vescovo della Diocesi di Acqui, Mons. Luigi Testore e la presidente diocesana dell’Azione Cattolica Barbara Grillo. Il tutto coordinato e sostenuto dal referente del MEIC, Domenico Borgatta, tessitore infaticabile dell’iniziativa.

Vi aspettiamo!

Locandina e programma

“SINODO IN ITALIA: LA POSTA IN GIOCO” – Relazione del prof. BRUNETTO SALVARANI (audio)  <—> (video)

Lectio divina (Mt 5, 13-16) del pastore di San Marzano-Bassignana-Alessandria GREGORIO PLESCAN <–> (video)

“CHE COSA SI ATTENDONO DAL SINODO LE CHIESE SORELLE CHE SONO IN ITALIA”
– Relazione del prof. PAOLO RICCA – prima parte
 <—> (video)

– Relazione del prof. PAOLO RICCA – seconda parte <—> (video)

“L’ECUMENISMO E L’EVENTO SINODALE” Relazione del prof. BRUNETTO SALVARANI <—-> (video)

RIFLESSIONE COMUNE SUL VANGELO DI GIOVANNI “che siano tutti uno; e come tu, o Padre, sei in me e io sono in te, anch’essi siano in noi: affinché il mondo creda che tu mi hai mandato. ” (Gv 17, 20-24) – Introduzione del prof. PAOLO RICCA <–> (video)

2020 Giornata del dialogo ebraico-cristiano

Nel corso del 2019, il cammino comune tra ebrei e cristiani si è arricchito.

E’ stato costituito un gruppo di lavoro presso la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) dove esponenti della nostra Chiesa e del mondo ebraico italiano hanno ragionato insieme su due temi importanti:

  1. come aiutare a far crescere la nostra reciproca conoscenza;
  2. come comunicare meglio nei libri scolastici, ad esempio quelli utilizzati dagli insegnanti di religione cattolica, la realtà dell’ebraismo e il suo valore per la nostra vita cristiana.

In questa prospettiva, invito a frequentare il sito dell’ufficio CEI per l’ecumenismo e il dialogo dove saranno pubblicate schede esplicative dell’ebraismo in prospettiva cristiana.

In quest’ambito, mi permetto di suggerire, sul piano diocesano, la partecipazione all’iniziativa che si terrà ad Acqui (in Palazzo Robellini, Piazza Levi, di fronte al Palazzo comunale), alle ore 17 di giovedì 16 gennaio: data scelta quest’anno dalla CEI e dal Rabbinato italiano per la celebrazione della giornata del dialogo Ebraico cristiano.

In essa, attraverso la presentazione da parte della psicoanalista ebrea Stella Bolaffi Benuzzi del suo libro: “Ridammi vita. Dai Salmi di Davide ad una visione etica contemporanea”, potremo conoscere molti aspetti preziosi delle fede e della cultura ebraica che fondano la nostra fede cristiana adulta.

Inoltre, congruo spazio sarà dato alla lettura ed alla meditazione di alcuni passi dell’affascinante libro biblico del Cantico dei cantici.

Meco Borgatta

Annullato il campo interreligioso del 14 settembre

Rinvio dell’iniziativa

Volendo dedicare il giusto spazio al dialogo interreligioso, visto che la vendemmia coinvolge moltissimi degli attori laici e le novità pastorali in settembre che impegnano i preti in settembre, la Presidenza Diocesana di AC ha deciso di posticipare in altro momento l’incontro.

Il discorso sarà certamente ripreso in quanto il cammino ecumenico ed interreligioso è parte integrante delle scelte che l’AC ha fatto sul territorio.

La Presidenza